Lago di Resia – Curon

349

Una città è una grande comunità dove le persone si sentono sole tutte insieme.
(cit. Herbert V. Prochnow)

Curon è un comune della provincia autonoma di Bolzano, in Trentino Alto Adige. Poco distante da questo si trova il lago di Resia, di natura artificiale, creato per sostenere una centrale ad energia idroelettrica. Proprio la creazione di questo lago, avvenuta nel 1950, portò alla scomparsa di quella che oggi è conosciuta come Curon Vecchia (insieme a oltre 500 ettari di terreno e 150 case), cioè l’antico borgo che venne poi ricostruito più a monte.

Decine di famiglie tra quelle di Curon e quelle di Resia, furono costrette a lasciare le loro case per spostarsi nel borgo ricostruito. Questa sorte ricorda molto da vicino quella delle Fabbriche di Careggine, in Toscana.

Ora, di Curon Vecchia, spunta dal lago di Resia il campanile romanico della chiesa, risalente al XIV secolo, salvato perché sotto tutela storico-artistica. C’è tra l’altro una leggenda su questo campanile: narra che in certi giorni ancora oggi si possano udire le campane che risuonano dal fondo del lago

Alcune foto storiche

La popolazione dovette assistere alla cacciata senza riguardi della loro terra, case e fattorie. Nell’estate del 1950 la fine. Le cateratte vengono chiuse e l’acqua del lago sale giorno dopo giorno. 677 ettari di terra vengono immersi nell’acqua, 150 famiglie circa sono state rubate della loro esistenza, di cui la metà costrette ad emigrare.

Curon: foto dell’epoca
Curon: foto dell’epoca

Ovviamente lascia un po’ di amaro in bocca pensare alla sorte di centinaia di famiglie…oggi però é indiscusso il fascino e l’emozione che si provi nel trovarsi sulle rive del lago ammirando il campanile che sorge solitario a ricordarci di un passato che non c’é più….

Vi consiglio di farvi una sosta mentre visitate le bellissime valli dell’Alto Adige.
Author: Marco – Fashionismo.it