Borsalino: 50 modi per indossare un cappello

85

“Clint Eastwood mi piace perché è un attore con solo due espressioni: una con il cappello e una senza cappello.” (cit. Sergio Leone)

Museo Borsalino

Come di sicuro tutti sapete, Borsalino è un marchio italiano di cappelli, fondato nel 1857 con sede ad Alessandria. Al suo fondatore, Giuseppe Borsalino, si deve la creazione di un particolare modello di cappello in feltro che per antonomasia ha preso il nome di borsalino. Azienda di successo fino al declino iniziato con il venir meno dell’uso dei copricapi formali. Negli anni l’azienda ha subito vari vicissitudini e cambi di proprietà (vi evito tutta la storia) provando nel frattempo a differenziare la produzione senza ottenere risultati, coinvolta poi in un crack finanziario e nel 2017 infine in fallimento. Il marchio continua ad esistere, per ora, grazie ad un affitto di ramo d’azienda.

MUSEO del cappello Borsalino

Borsalino ha letteralmente fatto la storia del cappello nel mondo. Tutti lo hanno avuto, papi  (come non ricordare Papa Giovanni XXIII), imperatori, re, capi di stato, registi, industriali, ed anche famosissimi criminali come Capone.

 

Su iniziativa del Comune di Alessandria e della Borsalino S.p.A. nella primavera del 2006 è stato inaugurato un museo per ricordare le varie fasi storiche che hanno caratterizzato l’industria del cappello Borsalino. Il Museo, ospita circa duemila cappelli – scelti fra gli oltre quattromila della collezione.

Attualmente il museo è chiuso in quanto è previsto il trasloco del museo in uno spazio più grande e annesso restyling espositivo. Ve ne ho parlato per portarvi a conoscenza di questa piccola chicca che pochi conoscono.

Ritengo che Borsalino abbia tutte le carte in regola per poter essere rilanciato, dovrebbe uscire da questo empasse misto tra burocrazia e continui passaggi di proprietà. Secondo il mio parere servirebbe un gruppo serio come LVMH o altri ottimi gruppi presenti nel retail di lusso per poter veramente riportare in auge questo marchio storico.

Vi avviseremo quando riaprirà il museo.

Author: Marco – Fashionismo.it